Salento Terra di Olio: Un tour per scoprirne la bontà

olio di oliva tour nel salento
-

Il Salento è un’esperienza da vivere e da gustare. Vino, pane e olio sono i fiori all’occhiello di questa terra che vi resterà nel cuore. Le campagne salentine, tra inizio ottobre e fine dicembre, si animano per la raccolta delle olive.

L’olio del Salento: una bontà storica

L’olio d’oliva è considerato l’oro della Puglia ed è tra i migliori al mondo fin dall’antichità. I Romani fecero una coltura estensiva degli uliveti fino alla caduta dell’Impero.

Dopo secoli di abbandono, i bizantini e in particolar modo i monaci basiliani ricostruirono le distese olivate all’interno della rigogliosa macchia mediterranea. Nel ‘700 il meraviglioso olio del Salento impreziosiva già le tavole di mezza Europa.

L’olio pugliese ha eccellenti proprietà organolettiche e il suo sapore delicato non copre, ma rispetta il sapore dei cibi. Una qualità rara che lo rende molto amato dagli chef e dai buongustai.

Ecco alcuni tour per scoprire la bontà dell’olio del Salento.

L’antico frantoio di Gallipoli

La meta del primo tour che vi proponiamo è Gallipoli, la “città bella” molto frequentata nel periodo estivo.

Il XVI secolo la incoronò “città che porta la luce all’Europa” perché i lampioni delle principali capitali del Vecchio Continente erano alimentati dal suo olio.

Qui visiterete uno degli antichi frantoi ipogei, cioè sotterranei, situato nell’incantevole centro storico di Gallipoli.

Questi mondi nascosti sono l’espressione più vera della storia salentina e sono anche la testimonianza di quanto fosse duro il lavoro dei frantoiani. L’avvento dell’industrializzazione nel XIX secolo ha segnato il passaggio ai frantoi moderni.

La guida vi mostrerà tutte le fasi di trasformazione delle olive nei diversi tipi di olio e vi farà assaggiare l’olio vergine e extravergine del Salento.

Il Museo dell’Olio d’Oliva a Fasano

Questo tour si caratterizza per la bellezza architettonica e paesaggistica di Fasano. Avrete l’opportunità di visitare la Masseria S. Angelo de Graecis del XII secolo d.C. con la sua torre merlata e la raffinata cappella eretta nel 1693.

Di fronte sorge un frantoio del ‘700 dalle pareti bianchissime. Il frantoio è stato restaurato e adibito a Museo dell’Olio d’Oliva.

All’interno toccherete con mano la grande macina, le piscine per raccogliere la spremitura e gli enormi torchi di legno oltre che i numerosi strumenti per la lavorazione olivicola.

La coltura dell’olio a Ceglie Messapica

Gli amanti della natura non possono perdere questo tour. Le contrade di Ceglie Messapica sono coltivate prevalentemente a ulivi.

Un patrimonio paesaggistico di valore assoluto, quasi fiabesco.

Le grandi masserie si alternano a imponenti olivi, mandorleti, vigneti e seminativi. La visita guidata alla Masseria Montedoro del 1807 comprende un sopralluogo al Museo della Civiltà del Trullo.

Il museo, realizzato all’interno di un trullo, presenta una raccolta di utensili, testimonianze e prodotti dell’antica attività economica agricola. Avrete anche la possibilità di assaggiare le varietà d’olio a crudo sul pane e come condimento della cucina locale.

I due musei di San Vito dei Normanni

Spostandoci verso San Vito dei Normanni potrete visitare il Museo dell’Olio d’Oliva e il Museo di Cultura Contadina ubicati all’interno di un Convento dei Padri Domenicani.

L’affascinante visita continua nella campagna pugliese dove si trova l’agriturismo Tenuta Deserto: 70 ettari di uliveti, pascoli e boschi. Potrete degustare tutte le diverse sfumature dell’olio extravergine d’oliva oltre ai piatti tipici.

Summary
Salento Terra di Olio: Un tour per scoprirne la bontà
Article Name
Salento Terra di Olio: Un tour per scoprirne la bontà
Description
Il Salento è un’esperienza da vivere e da gustare. Vino, pane e olio sono i fiori all’occhiello di questa terra che vi resterà nel cuore. Le campagne salentine, tra inizio ottobre e fine dicembre, si animano per la raccolta delle olive.
Author
Publisher Name
findingtravel.it
Publisher Logo