La Riserva dello Zingaro

riserva-dello-zingaro
-

Molto spesso siamo attirati da località turistiche lontane mille miglia ma, al contempo, ignoriamo dei piccoli angoli di paradiso nostrani. So che questa frase potrà sembrare scontata e campanilista, ma in questo caso è proprio così. Un esempio è la Riserva dello Zingaro, riserva naturale sita nella penisola di San Vito Lo Capo (Trapani).

Un luogo incontaminato nel quale la civiltà sembra lontana, sebbene sia ad un tiro di schioppo dalla città. È ad esempio uno dei pochissimi tratti di costa dell’isola a non essere contaminato dalla presenza di una strada litoranea. Proprio in virtù di questo, e del tratto da percorrere rigorosamente a piedi per raggiungere il mare, potrà sembrare di primo acchito un luogo un po’ disagevole, ma vi assicuro che la fatica verrà ripagata appieno dal godere di una spiaggia che non ha nulla da invidiare ai Caraibi. Sabbia chiara e mare cristallino la fanno da padrone ma la Riserva dello Zingaro non offre solo il mare. Essa è infatti un’area protetta da quasi quarant’anni ed in virtù di ciò è in grado di offrire un paesaggio naturale senza paragoni.

Gli itinerari: per apprezzare pienamente la riserva

Potrai dunque godere del mare, fare il bagno o prendere il sole ma anche fare delle belle passeggiate nella natura grazie ai diversi sentieri che la percorrono. Uno su tutti è il sentiero principale della riserva, che è anche il più battuto dai visitatori. Esso si snoda per circa 7 km e collega l’ingresso di Scopello a quello di San Vito Lo Capo. Ha una durata di ben due ore, ma saranno due ore spese bene.

Per gli amanti delle viste mozzafiato è invece possibile percorrere il sentiero di mezza costa che offre una vista panoramica su tutto il golfo.
Se poi la fatica non ti fa paura, il sentiero alto potrà offrirvi tutto ciò che da una vacanza avventuriera ci si può aspettare. Si tratta del sentiero più difficoltoso, lungo 17,5 Km e con una durata di circa 7 ore. Qui sarà possibile apprezzare anche alcuni caseggiati rurali, adibiti a residenza nei periodi di semina, ed un abbeveratoio risalente al 1696.

Flora e fauna

Una riserva incontaminata come quella dello Zingaro non può che offrire una ricca vegetazione e una fauna variegata che comprende 39 specie di uccelli tra cui l’aquila del Bonelli che in Italia è specie protetta. È possibile incontrare molti mammiferi di piccola taglia, tra cui conigli, volpi e donnole.

La flora conta fino a 670 taxa infragenerici vegetali e tra di essi ve ne sono anche di molto rari. Tra questi è possibile ammirare la Ophrys lunulata, un’orchidea endemica della Sicilia.

Natura e non solo

All’interno della riserva naturale dello Zingaro vi sono anche diverse strutture ricettive come il museo naturalistico, il museo delle attività marinare, il museo dedicato alla civiltà contadina, quello dedicato alla manna ed un centro per l’educazione ambientale.

Oltre che a diversi camping presenti nei dintorni, all’interno della riserva stessa sono presenti anche diverse strutture rurali e aree attrezzate dove è possibile pernottare per una vacanza all’insegna dell’avventura.

Summary
La Riserva dello Zingaro
Article Name
La Riserva dello Zingaro
Description
Sabbia chiara e mare cristallino la fanno da padrone ma la Riserva dello Zingaro non offre solo il mare. Essa è infatti un'area protetta da quasi quarant'anni.
Author
Publisher Name
findingtravel.it
Publisher Logo