Macerata e l’opera lirica

macerata
-

Gli appassionati di musica lirica, e in particolare di opera, sono ben consci del ruolo che Macerata ricopre in questo ambito: ne è un esempio il Macerata Opera Festival, un appuntamento annuale che va in scena allo Sferisterio di Macerata. Questa struttura teatrale è un vero e proprio unicum, grazie al suo stile architettonico e alla sua forma che, oltre a farla conoscere in tutto il mondo, è molto apprezzata dai direttori di orchestra e dai cantanti per la qualità elevata dell’acustica che è in grado di assicurare. I melomani, quindi, possono prenotare una camera in un hotel Macerata per godersi la musica che amano.

Lo Sferisterio è lo scenario più prestigioso e più eccezionale che si possa immaginare: merito, tra l’altro, di Ireneo Aleandri, l’architetto neoclassico che si è occupato della sua progettazione. La pianta a segmento di cerchio che contraddistingue la struttura non è il frutto del caso, ma è stata scelta tenendo conto della sua destinazione d’uso iniziale; qui, infatti, si sarebbe dovuto giocare al pallone col bracciale. Oggi, il teatro – che si trova in piazza Mazzini al civico 10 – può ospitare in tutto 2800 persone.

Soggiornando in un qualche hotel a Macerata si può approfittare dell’occasione per fruire dello Sferisterio e assistere al Macerata Opera Festival, noto anche come Sferisterio Opera Festival: una kermesse che è andata in scena per la prima volta nei primi anni ’20 del secolo scorso, e che da decenni rappresenta un appuntamento fisso e irrinunciabile per centinaia e centinaia di appassionati. Sono tanti gli aneddoti e sono tante le storie legate a questa struttura: tra le tante edizioni, merita di essere menzionata quella del 2012, che è stata dedicata a Josef Svoboda in occasione del decimo anniversario della sua morte e che è stata denominata “Allievi e Maestri”, con la riproposizione della Traviata degli specchi con la regia di Henning Brockhaus, a un ventennio di distanza dalla prima messa in scena.

Proprio la Traviata, in effetti, è stata fino a oggi l’opera rappresentata più volte, per un totale di 14 apparizioni in cartellone, a fronte delle 11 stagioni della Tosca e dell’Aida, delle 10 stagioni della Bohème e della Carmen, delle 8 stagioni del Rigoletto, delle 7 stagioni della Lucia di Lammermoor e della Madama Butterfly, delle 6 stagioni del Trovatore, della Cavalleria Rusticana e della Turandot, delle 5 stagioni della Norma e della Messa di Requiem di Verdi, delle 4 stagioni dell’Otello, delle 3 stagioni del Faust, dell’Elisir d’amore, del Nabucco, del Barbiere di Siviglia, del Don Giovanni, del Così Fan Tutte e della Forza Del Destino e delle 2 stagioni della Gioconda, del Simon Boccanegra e del Conte di San Bonifacio.

Il sito www.goodmarche.com consente di conoscere il Macerata Opera Festival e lo Sferisterio più da vicino: per questo è il portale di riferimento non solo per i marchigiani, ma anche e soprattutto per i turisti che hanno intenzione di visitare la regione.