Le località sciistiche italiane più belle

località sciistiche belle in italia
-

Immaginare le località sciistiche più belle d’Italia vuol dire far correre l’immaginazione alle nevi e agli impianti delle Alpi.

Località sciistiche più belle d’Italia

Non bisogna dimenticare, però, che il Belpaese propone strutture per gli amanti degli sport invernali anche al di sotto del Po: l’Abruzzo è, da questo punto di vista, una splendida meta da tenere a mente.

Basti pensare a Roccaraso, dove tra l’altro ci si può cimentare nell’eliski e nello snowkite. Il suo comprensorio sciistico è il più grande di tutta l’Italia del Centro e del Sud, grazie a 130 chilometri di piste che permettono di arrivare, tra l’altro, a Pescocostanzo, a Pescasseroli e a Rivisondoli.

Ovindoli

Sempre in Abruzzo, in provincia dell’Aquila, c’è una delle mete più amate dagli snowboarder, vale a dire Ovindoli. Una cabinovia parte dal piazzale e si dirige verso il Monte Magnola, mentre per il Monte Freddo c’è una seggiovia da 6 posti.

Un grande snowpark a 2mila metri di altitudine integra un’offerta che comprende piste di difficoltà differenti, tra le quali si segnala il Pistone, una nera non troppo complicata. A un’oretta di distanza c’è Campo Imperatore, centro sciistico incastonato nella splendida cornice del Gran Sasso e rinomato in modo particolare tra i freerider e gli scialpinisti. Il tracciato di 60 chilometri, comunque, è ottimo anche per lo sci di fondo.

La Valle d’Aosta

Risalendo lo Stivale di qualche centinaio di chilometri, ci si può spostare in Valle d’Aosta, con La Thuile che ha ospitato anche gare di Coppa del Mondo di sci alpino.

Si tratta di uno dei comprensori più suggestivi di tutta la regione, con la pista n. 3 Franco Berthod che è una nera decisamente adatta ai più esperti.

La Thuile è il paese più a ovest di tutta la regione, praticamente a un passo dalla Francia. Non ci sono mai problemi di innevamento, sia grazie l’esposizione a nord che per merito dell’altitudine.

Nelle vicinanze di Aosta c’è, invece, Pila, con una cabinovia che in poco più di un quarto d’ora porta dal paese alle piste. Queste sono in grado di assecondare le esigenze più diverse: quelle basse sono perfette per i principianti e i bambini, mentre quelle in altitudine sono ideali per i più bravi.

Courmayeur

Ovviamente non si può parlare di Valle d’Aosta senza menzionare, nella lista delle località sciistiche più belle del nostro Paese, la glamour Courmayeur.

Situata in una conca ai piedi del Monte Bianco, Courmayeur è il secondo comune più grande della regione, e propone in quota un gran numero di rifugi. Il paese, invece, è un ricettacolo di caffè storici, ristoranti, boutique esclusive e hotel alla moda.

Ai piedi del Monte Cervino c’è, invece, Cervinia, che in virtù del ghiacciaio rimane aperta per tutto l’anno. Sono ben 350 i chilometri di piste di cui si può usufruire, tenendo conto anche di Zermatt sul lato elvetico.

Cortina e Madonna di Campiglio

Due delle località sciistiche italiane più conosciute in tutto il mondo sono Cortina d’Ampezzo e Madonna di Campiglio, non a caso sedi fisse della Coppa del Mondo di sci. Cortina, che si trova in provincia di Belluno, propone piste per 140 chilometri, tra le quali la nera Focella Rossa e soprattutto l’Olympia delle Tofane, sperimentata dai più grandi campioni di sci di tutto il mondo.

Nel caso in cui si preferisce il fondo, invece, si possono sfruttare in valle le piste ad anello con la connessione con Dobbiaco. In provincia di Trento, invece, c’è Madonna di Campiglio, che permette di godere delle meraviglie delle Dolomiti del Brenta.

I freestyler hanno l’opportunità di godersi un grande snow park, mentre i collegamenti con Marilleva, con Folgarida e con Pinzolo assicurano la possibilità di sciare su 150 chilometri di piste.

La Val di Fassa

La Val di Fassa è un altro gioiello nostrano che merita di essere scoperto, e in particolare Canazei. Nel cuore delle Dolomiti, tra il Gruppo del Sella, il Sassolungo e le vette della Marmolada, Canazei comprende l’area sciistica tra il Belvedere e il Col Rodella.

Il paese si trova nella Ladinia dolomitica, un’area geografica nella quale ancora adesso vive una minoranza di lingua ladina. Il Carosello Dolomiti Superski e il comprensorio della Sellaronda sono un richiamo a cui è difficile resistere.

Sempre in provincia di Trento, poi, non ci si può dimenticare di Folgaria, dove ai tempi della Prima Guerra Mondiale era collocato il confine tra l’impero austro-ungarico e il nostro Paese. Sono più di 100 i chilometri di piste della Skiarea Alpe Cimbra, ma Folgaria può essere raggiunta anche se si vuole praticare lo sci di fondo o ci si vuole cimentare nello slittino.

L’Alto Adige

In Alta Badia, ecco i comprensori di La Villa e Corvara. Quest’ultima si trova in una conca ai piedi del monte Sassongher, a oltre 1500 metri di altitudine, e si presenta come una splendida destinazione non solo in inverno ma anche durante la stagione estiva.

Una passeggiata in centro, infatti, permette di scoprire negozi, ristoranti e alberghi di lusso. Il giro Sellaronda, invece, conquista gli amanti degli sci.

Per quel che riguarda La Villa, i tracciati a disposizione sono quasi sempre facili; la connessione della Sellaronda, poi, permette di alternare le piste. Sopra La Villa c’è la Gran Risa, che va affrontata solo se si è molto preparati dal punto di vista tecnico. Anche questo è un tracciato che non manca mai nei calendari delle gare di Coppa del Mondo.

Per le famiglie, da segnalare anche il comprensorio sciistico Monte Cavallo (Rosskopf) – Vipiteno (Sterzing) che si trova in Valle Isarco . Per lo sci e lo snowboard sono disponibili 20 km di piste. 3 impianti trasportano gli sciatori. Il comprensorio di sport invernali si trova ad un’altitudine tra i 948 e i 2.120 m. Se scegliete questa meta per le vacanze di Dicembre, approfittate per andare a vedere i mercatini di Natale a Vipiteno.

Plan de Corones

La cima di Plan de Corones è conosciuta non solo agli appassionati di ciclismo ma anche a quelli di sci. Chi vuole scoprire KronPlatz (il suo nome in tedesco) può fare riferimento a San Vigilio di Marebbe, all’interno della valle di Mareo.

Quello di Plan de Corones è un centro sciistico decisamente all’avanguardia, tra i più avanzati in tutto l’arco alpino, con piste che si sviluppano per più di 115 chilometri. A proteggere San Vigilio ci sono, poi, il Piz de Plaies, che tocca i 1.700 metri, e il Pizze delle Pietre, che supera i 2.000, così come il monte Pares.

Summary
Le località sciistiche italiane più belle
Article Name
Le località sciistiche italiane più belle
Description
Quali sono le località italiane più belle nelle quali sciare. Nella classifica rientrano anche piste da sci meritevoli del centro Italia. Scopriamole tutte.
Author
Publisher Name
Finding Travel
Publisher Logo