I Segreti per Viaggiare con i Bambini

viaggi-con-bambini
-

Ho sempre ritenuto che viaggiare con i bambini piccoli (fino a 6 anni) fosse una cosa difficile e complicata. Lagne e piccoli capricci avrebbero sicuramente minato la tranquillità della vacanza.

Per questo, quando poi ne ho avuto uno, prenotavo soltanto villaggi turistici dove fosse possibile avere il famoso “All Inclusive” così non mi sarebbe servito nulla da portarmi dietro. Li c’era il medico in caso di piccoli malanni, cena e pranzo apparecchiati, animazione via dicendo. Purtroppo questa soluzione gambizzava la mia voglia di andare in giro a vedere cosa c’era di interessante intorno al villaggio scelto.

Poi è avvenuto il contatto con una mamma viaggiatrice che mi ha rivelato alcuni suoi segreti per viaggiare con i bambini senza rinunciare a godersi la vacanza.

Segreto numero 1: Massimo 3 ore di viaggio

I bambini tendono a stancarsi presto, anche di stare in macchina od in aereo. Per questo conviene optare per una destinazione che sia abbastanza vicina a casa nostra. Non più di 3 ore, un tempo sostenibile per un bambino piccolo e per i genitori che dovranno aver cura di distrarlo quando inizia a dare i primi segni di impazienza.

Segreto Numero 2: Scegliere luoghi adatti a loro

Se avete un bimbo di 4-5 anni non scegliete mete che presuppongano la scalata di montagne.

Segreto Numero 3: Piccolo kit di medicinali 

Trovate posto nella vostra valigia per un piccolo astuccio in cui mettere il termometro, una scatola di tachipirina, pomata per le punture di insetti e qualche cerottino.

Segreto numero 4: Coinvolgerli

Per far si che il nostro bimbo non si annoi ed inizia a fare i capricci nel bel mezzo di una degustazione, rendetelo partecipe e fate vivere l’esperienza come un gioco anche a lui.